L’Associazione Italiana Sommelier organizza in tutta Italia il Corso di qualificazione professionale per Sommelier.
Il programma di studio si articola in tre livelli e permette di conoscere l'affascinante mondo del vino.


"Quando si vuole bere un vino è sufficiente il piacere fisico, mentre per degustarlo sono necessarie intelligenza, sensibilità e competenza"

Gualtiero Marchesi




AISAssociazione Italiana Sommelier


www.sommelier.it



AISAIS Lombardia


www.aislombardia.it

Corso di qualificazione professionale per Sommelier


La Delegazione di Milano organizza con regolarità i corsi nella sede di Milano e in quella distaccata di Magenta.

Il corsista può iscriversi alla sessione pomeridiana (dalle ore 15.30 alle 18.00) o a quella serale (dalle ore 20.45 alle 23.15).


L’iscrizione all’Associazione Italiana Sommelier e all’Associazione Italiana Sommelier della Lombardia è obbligatoria
per tutti coloro che desiderano frequentare i corsi e sostenere l’esame finale e per le altre attività associative.


Programma del Corso per SommelierCorsi per sommelier


Partecipando al Primo livello del corso si entra nell’affascinante mondo dell’enologia, seguendo la trasformazione dell’uva in vino, tappa per tappa, dalla vigna, alla cantina, alla bottiglia. La trattazione sugli spumanti è seguita da quella sui vini speciali, sulle birre e sui distillati. Durante le lezioni si apprende la fondamentale Tecnica della Degustazione, utilizzando la terminologia AIS, per valutare correttamente un vino. Sono infine indicate alcune semplici norme utili per servire in maniera impeccabile un vino, organizzare una cantina, proporre il vino nel giusto calice e alla corretta temperatura.
Visualizza il programma dettagliato del I livello


Il Secondo livello è incentrato sulla geografia del vino in Italia, analizzata nelle sue peculiarità regionali, in Europa e nei principali paesi del mondo produttori di vino. Si approfondisce inoltre l’analisi sensoriale: il linguaggio comune per parlare di vino.
Visualizza il programma dettagliato del II livello


Nel Terzo livello il vino è accostato al cibo. La tecnica dell’abbinamento, corredata da una trattazione delle caratteristiche organolettiche degli alimenti, è accompagnata da numerose prove pratiche: si assaggeranno molteplici preparazioni gastronomiche abbinate a diverse tipologie di vini.
Visualizza il programma dettagliato del III livello


La frequenza alle lezioni è obbligatoria: sono tollerate al massimo due assenze per ogni livello del Corso.


I supporti didattici costantemente aggiornati e la preparazione dei relatori rendono la partecipazione piacevole ed efficace. Di grande pregio è il materiale didattico fornito: 7 libri di testo esclusivi editi dall’AIS, la valigetta contenente i calici per la degustazione e il cavatappi, 3 quaderni con le schede per le analisi sensoriali.


Esame finale


Il corso termina con una prova d’esame teorica e pratica: superandola, si acquisisce la qualifica di Sommelier. L’esame finale consiste in una prova articolata in due giornate e dovrà verificare la preparazione culturale e tecnico-pratica del Candidato. La prova scritta si svolge tra i 14 e i 28 giorni dopo la conclusione delle lezioni, mentre la prova pratico-orale si svolge tra i 14 e i 28 giorni dopo la prova scritta.

I candidati che superano l’esame finale ricevono l’Attestato di Sommelier, il tastevin ufficiale, la spilla-distintivo.

La ripetizione dell’esame finale è possibile anche in una Sezione Territoriale diversa da quella di appartenenza, con lettera di presentazione del Presidente di Sezione.