Ultimi articoli

Simone Tondo: la Sardegna nel cuore dell’Île

News image

Se a parlarci di lui fosse solo il curriculum di mille esperienze e collaborazioni, ci sorprenderemmo non poco di fronte...

Interviste | Anita Croci e Paolo Valente

Pietro Leemann: il gusto della natura

News image

  Pietro Leemann nasce a Locarno, in Svizzera, nel 1961. Inizia prestissimo la carriera di chef. Il rispetto della...

Interviste | Anita Croci e Paolo Valente

Una sana intelligenza: Identità Golose nell'anno di Expo

News image

Domenica 8 febbraio 2015. All'indomani dell'Expo delle Idee, apre a Milano l’undicesima edizione di Identità Golose...

Recensioni | Anita Croci e Paolo Valente

Maga Lino: una scelta di tempo

News image

  Cogliamo al volo l’occasione di intervistare Lino Maga subito dopo la consegna del riconoscimento che la FIVI (F...

Interviste | Anita Croci e Paolo Valente

Vuoi ballare con me?

News image

Provate a chiudere gli occhi e ripetete con me: bevi e danza. Ancora: bevi e danza. È questo il ritmo della serata dedic...

Recensioni | Sara Missaglia

Territori e Vini

Viaggio studio in Umbria: tre giorni di esperienze e sensazioni


bandiera umbriaL'Umbria è una terra aspra ma generosa. Ha accolto il gruppo del viaggio studio di AIS Milano con grande calore e disponibilità umana, cibi e vini pieni e di personalità ed un clima primaverile che ne ha pienamente valorizzato i meravigliosi paesaggi.

Abbiamo passato tutto il primo giorno presso Tenute Lungarotti a Torgiano, imparando a conoscere meglio un’azienda che ha segnato e tuttora sostiene un’intera denominazione. Giorgio Lungarotti aveva capito, già negli anni '60, l'importanza di puntare sulla viticoltura di qualità, su tecniche più moderne e sulla ricerca di integrità del frutto; considerazioni per l'epoca davvero illuminate.

 

Leggi tutto...

Sa Seu, es mar, es vi, salud Mallorca!


p019 cattedraleLa Cattedrale, il mare, il vino: i tre gioielli della regina delle Baleari

Una bianca perla illumina le notti di Palma di Maiorca, la “capitale” delle isole Baleari, è Sa Seu, la Signora, la maestosa cattedrale che si erge al di sopra della città. Dinnanzi a lei il mare, blu turchese, solcato da piccole imbarcazioni di pescatori e favolose navi da crociera. Alle sue spalle la brulla pianura mediterranea, le dolci colline ed i lussureggianti vigneti che le ricoprono, protetti dalle cime della Serra de Tramuntana.

 

Leggi tutto...

Uscita didattica in Valpolicella

 

pranzo:valpolicella“Il cielo è il tetto delle vigne”: cronaca di una giornata in Valpolicella

Per una giorno le divise grigie e blu sono sostituite da jeans e scarpe sportive… si va in Valpolicella alla scoperta delle cantine Begali e Allegrini.

 

Leggi tutto...

Viaggio studio in Champagne


Viaggio in ChampagneIncontri, persone, vini: cinque giorni tra Champagne, Jura ed Alsazia

Non è facile, senza visitarla, farsi un'idea autentica della regione della Champagne. Il nome evoca infatti vini intriganti e lussuosi, atmosfere suadenti e personaggi famosi. Nella realtà delle cose invece, la Champagne è una regione molto più terrestre e vicina. Vicina non nel senso geografico (abbiamo davvero fatto tanti chilometri...) ma nel senso di un tessuto sociale “normale” fatto di quotidiano impegno e lavoro.

 

Leggi tutto...

La Valtellina di Nera


nera logoDopo circa tre ore di viaggio arriviamo a Chiuro, presso l’azienda Nera, realtà importante della produzione valtellinese, con i suoi 30 ettari di vigneto di proprietà, cui si aggiungono le uve di 250 selezionati piccoli produttori.

La visita inizia tra i vigneti ubicati nella sottozona Inferno. Qui Stefano Nera, enologo e direttore di tutta la produzione, ci parla della situazione del vigneto valtellinese, dove negli ultimi anni, anche a causa del cambiamento climatico e dell’arrivo di barbatelle da diverse parti del mondo, sono comparse alcune malattie della vite come oidio e peronospora, un tempo pressoché assenti.

 

Leggi tutto...

Lorenzo Accomasso, il "cavaliere" del Barolo


p014 cartello accomassoDalla prima vendemmia con il padre Giovanni e la sorella Elena, nel lontano 1958, non ha mai abbandonato la sua casa a La Morra, così come non ha mai abbandonato i suoi vigneti: Rocche e Rocchette, le “perle dell’Annunziata”.

"Le donne, i cavalier, l'arme, gli amori, le cortesie, l'audaci imprese io canto…" così cinquecento anni fa il grande poeta ferrarese Ludovico Ariosto apriva L’Orlando Furioso.

 

Leggi tutto...

Viaggio studio in Borgogna


BorgognaPer la prima volta la delegazione AIS di Milano organizza un viaggio studio nella leggendaria Borgogna: un’occasione unica per conoscere da vicino questo territorio, punto di riferimento enologico mondiale e simbolo dell’espressione del terroir.

Ammettiamolo, uno dei più grandi sogni di qualunque appassionato di vino è poter degustare le annate storiche dei celeberrimi Romanée-Conti o dei vari Montrachet: alcuni tra i più grandi vini al mondo, prodotti in piccolissimi lembi di terra in una regione francese dalla storia e dalle tradizioni millenarie, la Borgogna.

Leggi tutto...

Vini estremi e viticultura eroica


p012 terrazzeTintore e Fiorduva: le perle della Costiera Amalfitana.

Ci sono dei territori in Italia dove la coltivazione dell'uva è una cosa a dir poco proibitiva. In queste zone, i vitigni, crescono fra le rocce e su terra scoscesa. Discendenti della fatica e della laboriosità dell'uomo, prodotti in zone spesso sconosciute e geograficamente impervie, queste viti trovano la loro casa su minuscoli fazzoletti di terra. Oggi il nettare prodotto in tali condizioni, viene riconosciuto in una più lusinghiera categoria, quella dei vini estremi o eroici.

Leggi tutto...

Diano d’Alba, l’orgogliosa cenerentola delle Langhe


p011_campanileIn un territorio in cui regna incontrastato il nebbiolo, a Diano d’Alba è il dolcetto il vero protagonista.

Diano d’Alba è un vero paesino langarolo, con la piazza centrale, la chiesa col campanile i cui rintocchi scandiscono un tempo che qui sembra essersi fermato; ci sono le trattorie tipiche che profumano di brasato e tartufo, le piccole drogherie dove acquistare qualsiasi genere alimentare e, tutto intorno, i vigneti, ma non di nebbiolo e barbera, come avviene nei comuni limitrofi, a Diano d’Alba il vitigno principe è il dolcetto.

Leggi tutto...

I colori del vento


I colori del ventoL’oro di Pantelleria, caratterizzato dai colori e sapori dell’uva zibibbo, inconfondibile nei vigneti ad alberello basso

Una sagoma in lontananza inizia a delinearsi, maestosa, piano piano ci avviciniamo. Il calar del sole rende l’arrivo ancora più suggestivo. L’aria un po’ rarefatta aumenta la sensazione acre che insieme al dondolio della barca esalta il palpito dell’avvicinamento a riva.

Leggi tutto...