Ultimi articoli

Casale del Giglio

News image

Fra tradizione e innovazione, la riscoperta dell’Agro Pontino: l'avventura di Casale del Giglio Quello che ho appreso n...

Recensioni | Susi Bonomi

Birra Panil

News image

L’Italia è il Paese delle eccellenze anche per quanto riguarda la birra, bevanda prodotta soprattutto con l’acqua; altri...

Non solo vino | Giovanni Bordin

Sudafrica, Il Paese arcobaleno

News image

Titola così questa serata, ma non tutti sanno che, dopo la fine dell’apartheid, il Paese ha acquisito il soprannome di R...

Recensioni | Anita Croci

Uscita didattica in Valpolicella

News image

  “Il cielo è il tetto delle vigne”: cronaca di una giornata in Valpolicella Per una giorno le divise grigie e bl...

Territori e Vini | Sara Missaglia

Il Sannio e i Sanniti: guerrieri come un tempo, dal vino forte e gentile

News image

  Chi conosce la montagna e la sua gente sa che lì non esistono mezze misure: bianco o nero, buono o cattivo, bell...

Recensioni | Sara Missaglia

Recensioni

Casale del Giglio


logo_giglioFra tradizione e innovazione, la riscoperta dell’Agro Pontino: l'avventura di Casale del Giglio

Quello che ho appreso nel corso degli anni e che più mi affascina del mondo del vino è che non si deve mai dare per scontato un territorio o un vitigno, lasciandosi semplicemente guidare da ciò che è stato detto, scritto, letto o ascoltato. Per questo scoprire come si è evoluto negli ultimi anni l'Agro Pontino, zona non proprio rinomata dal punto di vista enologico, è così interessante.

 

Leggi tutto...

Sudafrica, Il Paese arcobaleno


r190 bannerTitola così questa serata, ma non tutti sanno che, dopo la fine dell’apartheid, il Paese ha acquisito il soprannome di Rainbow Nation “nazione arcobaleno" ovvero nazione di persone multicolori.

Perché il Sudafrica, da quel 1994 che vide Nelson Mandela presidente e segnò la fine di un’epoca socialmente ed economicamente buia, è fiero e cosciente di essere una nazione molto speciale.

 

Leggi tutto...

Il Sannio e i Sanniti: guerrieri come un tempo, dal vino forte e gentile

 

r189 copertinaChi conosce la montagna e la sua gente sa che lì non esistono mezze misure: bianco o nero, buono o cattivo, bello o brutto.

Nessun compromesso: le condizioni climatiche, i rischi connessi con un territorio non di facile gestione impongono soluzioni rapide, decisioni ferme, talvolta pugno di ferro.

Leggi tutto...

Federico Graziani, storia ed evoluzione di un sommelier


icona_tastevinIniziamo la serata guardando le stelle.
Questo sguardo evoca il "desiderio" che, per i latini, ha un significato preciso: de + sidera, la mancanza delle stelle.

Da qui, dalla volontà di colmare una mancanza, dalla ricerca continua di qualcosa di più grande, di desiderabile, partono la carriera e la vita del sommelier Federico Graziani.

Leggi tutto...

La Champagne che rimane


banner_tappoChampagne, e tutto sembra già detto: piccoli produttori, grandi Maison, Pinot Nero, Meunier, Chardonnay, rosé de taille o de saignée…

Tutto già studiato prima di partire: assemblage, entreillage, remuage, liqueur de tirage…
Tutto già discusso: biologico, biodinamico, integrato…
Tutto già immaginato: Côte des Blancs, Côte des Bar; blanc de blanc, de noir, terroir…

 

Leggi tutto...

Il Cammino di Borgogna in 18 tappe


Borgogna

Diario pellegrino di un master

Un gruppo di veri appassionati si è dedicato per 18 lezioni, con ammirevole costanza, a passeggiare idealmente per la Borgogna, sotto la guida di un ormai "quasi autoctono" (a parte l'accento romano). Nessuno si è lamentato della lunga passeggiata. Anzi. “Senza fretta e senza tempo” era la promessa nel titolo del Master che Armando Castagno ha tenuto per AIS Milano.

 

Leggi tutto...

Gli orizzonti del rossese


rossese bannerCapace di emozionare e divertire con le sue serate che mescolano storia dell’arte, cenni letterari ed una grande conoscenza del territorio, Armando Castagno ci svela il fascino del Rossese di Dolceacqua

Un antico vitigno, il Rossese, per troppo tempo accantonato dalla critica che sta riemergendo come solido riferimento qualitativo per il vino ligure.
 

Leggi tutto...

Domaine de la Pinte, Les vins du Jura


logoL'instancabile Guido Invernizzi ci fa conoscere una Regione della Francia non molto nota, lo Jura, una piccola area con dei gioielli che danno prodotti vinicoli di grande eccellenza.

Domaine de la Pinte è un'azienda nata nel 1955 sulle marne blu di Lias; viene scoperta per caso da Guido, affascinato dalla figura dell'enologo Bruno Ciofi che presenta un palmarès professionale di tutto rispetto ed ha portato in azienda tutta la sua competenza per creare interessanti prodotti, lavorando in regime biologico (dal 1999) e biodinamico (dal 2009).

 

Leggi tutto...

Vini Insoliti (sospetti o insospettabili?)


vini sospettiUn “atto di fede”, da parte della platea di sommelier, a Samuel Cogliati, degnamente ripagato con la degustazione di sette vini insoliti per la loro unicità.

Un’idea, un guizzo dell’affascinante relatore ha creato questa serata, pensata e progettata per più di un anno. Che tema trattare, che vini degustare, cosa raccontare ad una platea così esigente? Sono queste le domande che hanno attraversato la mente di Samuel durante la preparazione dell’evento.

 

Leggi tutto...

Barbera: territorio ed invecchiamento


uvaUna serata diversa, nella quale non abbiamo analizzato il vino nel bicchiere ma siamo andati a conoscere le potenzialità di un vitigno, il barbera. Abbiamo ascoltato le parole di tre uomini, produttori di vino, amanti del loro lavoro e delle loro vigne.

Ci sono state proposte delle interpretazioni originali di tre zone vitivinicole: Colline Tortonesi, Emilia Romagna e Oltrepò Pavese. L’annata 2009 è stata la costante, ma anche il punto di partenza per un viaggio nel tempo di oltre quindici anni. Quindi un'analisi del territorio dal punto di vista di chi lo vive e lo rende vivo.

 

Leggi tutto...