Ultimi articoli

Novità in Franciacorta

News image

  Che cosa c'è di nuovo in Franciacorta? Che cosa bolle in pentola? Quali sono le nuove tendenze? Ce lo racconta Nicol...

Recensioni | Marco Agnelli

Travaglini e il Gattinara: tre generazioni di grandi vini

News image

  AIS Milano propone una degustazione dedicata a Travaglini, storica azienda che lega da sempre il suo nome alla produz...

Recensioni | Valeria Gubelli

In viaggio ai confini dell’Italia

News image

  Questa volta AIS Milano si è spinta all’estremo, nella regione di confine più a est della nostra penisola. Abbi...

Recensioni | Paolo Valente

Finalmente Cirò!

News image

  Una serata dedicata alla viticoltura cirotana, una realtà bella e antica che ha ritrovato, nei volti e nelle man...

Recensioni | Laura Zaninelli

Sulle note dell'ignoto

News image

  La critica musicale ha amato e odiato il suo stile “indefinibile”, una fusione armonica e stridente di jazz e ...

Recensioni | Sofia Landoni

Recensioni

Novità in Franciacorta

 

FranciacortaChe cosa c'è di nuovo in Franciacorta? Che cosa bolle in pentola? Quali sono le nuove tendenze?

Ce lo racconta Nicola Bonera, apprezzatissimo Relatore AIS, miglior Sommelier d'Italia 2010 e –last but not least!- bresciano DOC. Chi dunque meglio di Nicola per illustrarci la nouvelle vague delle terre franciacortine?

Leggi tutto...

Travaglini e il Gattinara: tre generazioni di grandi vini

 

TravagliniAIS Milano propone una degustazione dedicata a Travaglini, storica azienda che lega da sempre il suo nome alla produzione di Gattinara; Massimo Collauto, enologo, e Francesco Albertini, relatore AIS, ci conducono all’assaggio di questo nobile nettare del nord Piemonte.

L’azienda nasce nei primi del Novecento, ma è Giancarlo Travaglini, da metà anni ‘50, a dare innovazione e prestigio. Giancarlo fu anche l’ideatore dell’inconfondibile bottiglia, perfetta per servire vini destinati a un lungo invecchiamento, grazie alla forma che permette, durante la decantazione, di trattenere gli eventuali sedimenti.

Leggi tutto...

In viaggio ai confini dell’Italia

 

Viaggio in CarsoQuesta volta AIS Milano si è spinta all’estremo, nella regione di confine più a est della nostra penisola.

Abbiamo visto una terra di mare ma anche di montagna, abbiamo assaporato la fresca brezza marina e le tese raffiche della bora, abbiamo goduto dell’accoglienza della sua gente, abbiamo assaporato vini a volte estremi ma sempre di carattere, abbiamo visitato il Carso.

Leggi tutto...

Finalmente Cirò!

 

CiròUna serata dedicata alla viticoltura cirotana, una realtà bella e antica che ha ritrovato, nei volti e nelle mani di una nuova generazione di vignaioli, l'importanza di una tradizione e di un territorio che hanno tanto da raccontare.

Francesco De Franco, produttore presente questa sera al The Westin Palace di Milano, insieme al collega e amico Sergio Arcuri, ci presenta la realtà cirotana, trasmettendoci tutta la passione che accomuna i vignaioli di Cirò, Calabria, Italia.

Leggi tutto...

Sulle note dell'ignoto

 

Vini insoliti

La critica musicale ha amato e odiato il suo stile “indefinibile”, una fusione armonica e stridente di jazz e soul, con una rivisitazione ostinatamente pop. Profondità ermetica e complessità, che l’hanno resa così umana e carnale, quanto sfuggente all’intelligenza comune. Insolita, Amy Winehouse.

È sulle note della sua sconvolgente Back to Black, che Samuel Cogliati ci introduce ad una vera e propria avventura. Si abbandonino le pantofole calde e i comfort di un “già saputo” e si cominci subito, d’impatto e senza esitazioni, a scontrarsi con il primo vino.

Leggi tutto...

Oltrepò Pavese: l’emozione che viene da un territorio unico

 

Oltrepò PaveseLa passione e l'amicizia di un gruppo di vignerons che si raccontano attraverso i loro vini.

«L'obiettivo di questa serata è sradicare dalla mente di quelli della mia generazione un'immagine dell'Oltrepò Pavese legata ad una certa fase storica: l'immagine dei furgoni che arrivavano a Milano con le damigiane!».

Leggi tutto...

Il principe borgognone in terra yankee: il pinot nero dell’Oregon

 

Pinot Nero dell'OregonUn’insolita e avvincente serata nata per approfondire la nostra conoscenza sul pinot nero prodotto oltreoceano, nel lontano stato dei castori, guidata con maestria da Guido Invernizzi.

Coltivare e produrre grandi vini con l’uva pinot nero al di fuori della blasonata Cote d’Or non è facile ed è sempre un scommessa, a maggior ragione se ci troviamo oltreoceano, nel freddo stato dell’Oregon.

Leggi tutto...

Alto Adige, vini alpini dal fascino mediterraneo

 

Vini dell'Alto AdigeIl vino di montagna ha un fascino inequivocabile: le condizioni pedoclimatiche rendono la viticoltura sinonimo di eccellenza.

In primis ricordiamo l’altitudine, che conferisce una migliore esposizione ed illuminazione; a seguire le temperature più fresche e la migliore ventilazione, che evitano la formazione di umidità e muffe potenzialmente dannose; e ancora il regime idrico più siccitoso rispetto alle pianure, con una limitazione dell’attività vegetativa della vite a favore dell’accumulo degli zuccheri e dei polifenoli nobili nel frutto; infine gli sbalzi termici tra giorno e notte, che favoriscono l’amplificazione del corredo aromatico con una maggiore acidità fissa: sono tutti elementi distintivi di una produzione qualitativamente invidiabile.

Leggi tutto...

Questione di metodo

 

Questione di metodoEsiste una tipologia di vino che può accompagnare un pasto dall’aperitivo al dolce? Sì, esiste, è lo spumante. La diversità di metodi, stili e lavorazioni, la varietà dei vitigni e dei terroir di produzione, rendono lo spumante un vino versatile e cangiante.

Immancabili nei momenti di festa, Cesare e Cleopatra per le loro nozze scelsero bollicine, stuzzicanti all’aperitivo, perfetti anche con piatti strutturati, gli spumanti hanno una storia antichissima e il primato della produzione spetta proprio all’Italia.

Leggi tutto...

Libano, emozioni enologiche tra antico e moderno


LibanoNicola Bonera ci guida, con la consueta competenza, alla scoperta di un paese lontano dall’enologia tradizionale, ma in grado di stupire anche i degustatori più esperti.

Per il popolo libanese, da decenni alle prese con guerre e conflitti, la tutela del patrimonio vitivinicolo rappresenta l’identità e concretizza l’incessante volontà di ricostruzione.

Leggi tutto...