Ultimi articoli

"Croce e delizia", gli champagne Lanson

News image

  A svelare i segreti dello champagne a noi appassionati di bollicine sottili ed eleganti, è ancora una volta Albe...

Recensioni | Giulia Cacopardo

Vinitaly: consigli per… gli assaggi

News image

  Durante una manifestazione come Vinitaly, con una moltitudine di aziende e di prodotti, è facile ritrovarsi a va...

Recensioni | Valeria Gubelli

Fonseca vuol dire Porto

News image

  Torna a Milano Andrew Costello, per presentarci una seconda azienda produttrice di Porto; con lui a condurre la ...

Recensioni | Giovanni Bordin

Austria e Germania: la Mitteleuropa del vino.

News image

  Per chi vive in Italia, non sono molte le occasioni di confrontarsi con i vini di Austria e Germania. Per fortun...

Recensioni | Ilaria Ranucci

Tenute Sella. Tre secoli di storia.

News image

  ll mondo del vino è pieno di storia e storie ricche di fascino. Alcune per lo più costruite per fini di marketin...

Recensioni | Ilaria Ranucci

Recensioni

"Croce e delizia", gli champagne Lanson

 

LansonA svelare i segreti dello champagne a noi appassionati di bollicine sottili ed eleganti, è ancora una volta Alberto Lupetti, giornalista professionista e Chambellan de l'Ordre des Coteaux du Champagne.

L'avevamo già incontrato alla serata di Ayala e Bollinger alcuni mesi fa. Questa volta ad essere protagonista dei racconti di Lupetti, alla serata organizzata dalla delegazione AIS Milano, è la storica Maison Lanson.

Leggi tutto...

Vinitaly: consigli per… gli assaggi

 

VinitalyDurante una manifestazione come Vinitaly, con una moltitudine di aziende e di prodotti, è facile ritrovarsi a vagare incuriositi, attratti dagli espositori più particolari e dalle zone meno conosciute, ma anche finire a degustare sempre gli stessi (seppur ottimi!) vini.

Per questo, AIS Milano, alcuni giorni prima dell’evento che coinvolge migliaia di appassionati e addetti ai lavori, da diversi anni organizza una serata condotta  dall’esuberante Guido Invernizzi, con l’intento di fornire qualche spunto originale all’aspirante visitatore, privilegiando zone meno conosciute e vitigni “secondari” o poco noti.

Leggi tutto...

Fonseca vuol dire Porto

 

FonsecaTorna a Milano Andrew Costello, per presentarci una seconda azienda produttrice di Porto; con lui a condurre la serata Ilaria Ranucci, per aiutarci a comprendere meglio questa realtà.

Il Porto, vino fortificato, nasce nella parte nord del Portogallo, lungo le rive del fiume Douro.

Leggi tutto...

Austria e Germania: la Mitteleuropa del vino.

 

Austria e GermaniaPer chi vive in Italia, non sono molte le occasioni di confrontarsi con i vini di Austria e Germania. Per fortuna abitiamo un grande Paese produttore e di conseguenza le importazioni sono limitate, di qualità e concentrate soprattutto su alcune tipologie.

Per un appassionato di vino, tuttavia, è un vero peccato ignorare due Paesi di grande tradizione ed un degustatore non può esimersi dal memorizzarne almeno le tipologie principali.

Leggi tutto...

Tenute Sella. Tre secoli di storia.

 

Tenute Sellall mondo del vino è pieno di storia e storie ricche di fascino. Alcune per lo più costruite per fini di marketing. Altre invece non hanno bisogno di interventi estetici per attirare l’attenzione.

È il caso di Tenute Sella. Un'azienda famigliare con radici profonde nella storia del nostro Paese. La stessa famiglia proprietaria da generazioni, a Lessona dal 1671, a difendere con affetto e convinzione le tradizioni.

Leggi tutto...

Studio Agronomico Sata: quando la scienza incontra e valorizza la natura

 

Studio SataBanco di degustazione come sempre affollato da sommelier, aspiranti tali, ma stavolta anche da tanti studenti del terzo anno di Viticoltura ed Enologia di Milano, per conoscere più da vicino la realtà delle aziende che si avvalgono della consulenza dello Studio Agronomico Sata.

Fondato a Brescia nel 1990 per volontà di Pierluigi Donna e altri colleghi agronomi e/o enologi, ne fa parte anche il Professor Valenti, dell’Università degli studi di Milano e docente di “Viticoltura: tecniche colturali”, nonchè apprezzato collaboratore di AIS Lombardia.

Leggi tutto...

Lo zibibbo "allegretto" di Barraco

 

BarracoSette ettari di vigna, il clima siciliano della provincia di Trapani, una selezione di vitigni autoctoni (grillo, catarratto, zibibbo, pignatello e nero d’Avola) e una buona dose di caparbietà (che ai siciliani in genere non manca) sono tutto ciò che serve a Nino Barraco per produrre i suoi vini.

Nel 2004 parte da zero su un territorio, quello marsalese, che non ha alcuna esperienza del genere: i terreni in questa zona sono asciutti e disidratati, la produzione vede lo zibibbo solo come vino da tavola e Nino, invece, ha un'altra idea di vino: vuole un prodotto di qualità che esprima in tutto le peculiarità del suo territorio, a partire dai vitigni (solo autoctoni) e dall'utilizzo di pratiche enologiche tradizionali, che non omologano il vino ma lo esaltano in tutta la piena espressività di terreno e clima.

Leggi tutto...

San Leonardo in otto capitoli, Trentino in otto annate

 

San LeonardoSe le terre e le vigne della Tenuta San Leonardo potessero parlare, varrebbe la pena di stare ad ascoltare i loro racconti per ore.

Potrebbero riportarci per filo e per segno la quotidianità laboriosa dei monaci Crociferi agli inizi dell’anno 1000 e narrarci di come la tenuta passò nelle mani della famiglia De Gresti intorno al 1600; o anche di quando la coraggiosa Gemma De Gresti salvò più di 11.000 vite durante la prima guerra mondiale, per poi  finalmente svelarci le sfaccettature di un personaggio, a loro molto familiare, che ha fatto di San Leonardo un luogo, e un vino, di libertà e tenacia.

Leggi tutto...

Le Casalte e il Vino Nobile di Montepulciano: l’amore della terra, la storia di chi fa vino.

 

Le CasalteIl vino è storia, condivisione, amicizia e progetto: il vino si sente e si interpreta, non è solo chimica. L’evento incontro con l’azienda vitivinicola Le Casalte ne è piena testimonianza.

Una serata tra amici, perché quando c’è stima reciproca tutto è più semplice. Da un lato Chiara Barioffi, giovane vignaiola, toscana d’adozione, che ha ereditato il testimone dai genitori Guido e Paola che nel 1975, animati da pura passione, fondarono la cantina a Montepulciano. Dall’altro Gabriele Merlo, sommelier e degustatore, supportato da una platea Ais di amici ed esperti.

Leggi tutto...

Vernaccia di San Gimignano: la tradizione di un bianco in una terra di rossi

 

VernacciaLetizia Cesani, (non a caso!) al suo terzo mandato da Presidente del Consorzio della Vernaccia di San Gimignano, ha deciso di festeggiare i 50 anni della DOC con un grande progetto: una monografia del territorio, redatta da Armando Castagno e presentata in anteprima per AIS Milano, con una ricca degustazione di 10 vini.

Pensate ad un luogo distante soli 10 km dalla strada che collega Firenze a Siena e a meno di 30 km dal Chianti Classico; dall'altra parte, oltre Volterra, scendendo verso la costa, in un'ora si arriva a Montescudaio e poi giù, verso Bolgheri.

Leggi tutto...