Prenotazioni on-line

 

Da oggi prenotarsi agli eventi di AIS Milano e’ ancora più facile!

Per consultare la disponibilità dei posti e prenotare la propria iscrizione, fino a un massimo di due posti, è necessario essere iscritti al sito prenotazioni di AIS Milano.
Gli eventi (se non espressamente indicato) sono riservati ai Soci AIS in regola con il pagamento della quota associativa per l’anno in corso.

 

Registrazione al sito

Accedi al sito www.aismilano.wine, clicca su "Registrati" ed effettua la registrazione compilando l’apposito modulo. Una mail arriverà al tuo indirizzo di posta elettronica per avvisarti che la registrazione è stata effettuata.
A questo punto, entrando con il tuo nome e la tua password nella sezione riservata agli utenti registrati, potrai accedere alle prenotazioni dalla pagina “Eventi in Programma”.
La registrazione al sito si effettua solo la prima volta. Conserva con cura la password, ti verrà richiesta ogni volta che vorrai entrare nella sezione del sito riservata agli Utenti registrati.

 

Prenotazione eventi

Di ogni evento si possono conoscere tutti i dettagli: titolo, data, ora, quota di partecipazione, termine registrazioni, posti liberi.
Una chiara grafica mostra la possibilità di registrarsi o l’impossibilità ad effettuare l’iscrizione in quanto esauriti i posti disponibili o scaduto il termine massimo per la prenotazione.
Occorre inserire:
Nome e cognome del partecipante
Numero di posti richiesti, con il nome e cognome dell’eventuale accompagnatore.
Una mail di conferma della registrazione arriverà al tuo indirizzo email con il riepilogo dei dati inseriti.

 

Pagamento

Il pagamento si effettua attraverso il sistema di pagamento on-line PayPal.
Il pagamento deve essere effettuato in un'unica soluzione e per tutti i partecipanti indicati nella prenotazione. Non sono possibili pagamenti frazionati.

 

Cancellazione della Registrazione

L’utente può cancellare la propria registrazione sino a 5 giorni prima dell’evento direttamente dal sito di prenotazione.

 

Rimborso

La quota versata è rimborsabile solo ed esclusivamente se la cancellazione viene richiesta almeno 5 giorni prima della data dell’evento.
Non è possibile destinare la quota all’iscrizione di un evento diverso da quello per il quale si è versata la quota di partecipazione.

Prenotazioni on-line

23 ottobre 2017 - Azienda Arrighi a Magenta

CAzienda Arrighi a MagentaLunedì 23 ottobre 2017 - ore 20.00


I vini dell'Elba




Azienda Arrighi a Magenta
Azienda

Con quasi sette ettari di vigne e olivi su 12 di proprietà, situata sulle pendici di una collina che domina la baia di Porto Azzurro, l’azienda agricola Arrighi rappresenta un’eccellenza elbana nel campo enologico.
Unendo sapientemente tradizione e innovazione Antonio Arrighi è riuscito a creare vini unici, frutto della fusione tra l’antico sapere tramandatogli dai bisnonni, fondatori della cantina, e le nuove tecniche.
Da oltre vent’anni l’imprenditore agricolo sperimenta accostamenti inediti tra vitigni autoctoni e ceppi non tipicamente elbani, verificandone l’adattabilità alle condizioni climatiche del territorio.

Il vino in anfora e lo spumante, certamente frutto della ricerca continua del viticoltore, sono solo gli ultimi arrivati di casa Arrighi. A breve, infatti, immetterà sul mercato anche liquori a base di agrumi senza coloranti, aromi e conservanti.
L’azienda L’Elba ha un’antichissima tradizione enologica ed è proprio seguendo questa, che i bisnonni di Antonio Arrighi fondarono l’omonima azienda agricola al quale l’imprenditore si dedica completamente da più di venti anni.
Precedentemente, infatti, Arrighi seguiva con il padre le attività alberghiere di famiglia a Porto Azzurro dedicando al vino, all’olio e agli animali, solo il tempo libero che faticosamente riusciva a ritagliarsi.

«Grazie alla passione mia e di mio padre – ci racconta Arrighi – riuscivamo a realizzare quello che ora viene definito Km 0. Utilizzavamo nei tre alberghi di proprietà quello che riuscivamo a produrre nell’azienda agricola. Con il tempo però ha vinto la passione, ho abbandonato l’attività alberghiera e di ristorazione per dedicarmi completamente alla vigna e all’olio e spero di riuscire a trasferire ai miei figli, come fece mio padre con me, la stessa passione e il medesimo amore per la terra».

Il vino in anfora, unica azienda elbana e tra le prime in Toscana che produce e sperimenta da quasi un decennio, negli antichi contenitori

Il Tresse (nome commerciale del vino in terracotta, blend di sangiovese sagrantino e syrah) nasce circa sette anni fa, quando grazie al supporto dell’enologa Laura Zuddas del gruppo Matura, l’imprenditore agricolo incuriosito dai metodi di lavorazione e trasporto degli antichi romani, decise di testare l’evoluzione del vino in terracotta e non più solo in legno o acciaio.

«Il vino è un corpo vivo – sottolinea Antonio Arrighi – che per evolversi ha bisogno di respirare.
L’acciaio è un ambiente riduttivo che non favorisce la microssigenazione, al contrario sia il legno che la terracotta, essendo materiali porosi, favoriscono questo scambio, permettendo al vino di maturare, evolvere.
Il legno, però, infonde nel liquido svariati aromi, mentre l’argilla è neutra, di conseguenza l’ossigenazione in anfora esalta esclusivamente i profumi e i sapori delle uve utilizzate perché la terracotta non rilascia nulla».Dal 2016 esce anche un bianco “Hermia prodotto con lunga macerazione delle uve in anfore di terracotta da 800 litri.Hermia era lo schiavo cantiniere  della villa rustica di san Giovanni all’Isola d’Elba, risalente a 2100 anni fa. Il suo nome è stampigliato accanto alla figura del delfino sulle anfore interrate da 1500 litri (dolia) ritrovate durante gli scavi della villa romana. 
Il viticoltore, però, non ha intenzione di fermarsi qui. Oltre a pianificare l’impianto di nuove vigne ha da poco immesso sul mercato lo spumante metodo Ancestrale di fermentino “Isula” nato da una joint venture con un’altra azienda di Bolgheri, e ha iniziato la produzione di arancino e limoncino.

L’ Azienda lega la tradizione vitivinicola elbana con la sperimentazione. Infatti il 50% della produzione proviene da vitigni autoctoni, quali l’ Ansonica il Procanico il Vermentino (detto localmente Riminese),il sangioveto ed il dolce passito Aleatico vitigno storico dell’isola.
Unico aleatico italiano che si fregia della docg

Insomma un’azienda elbana in continua crescita grazie alla passione, all’amore e alla lungimiranza con cui il proprietario la gestisce.

 
Vini in degustazione

ISULA SPUMANTE METODO ANCESTRALE
ILAGIU’ ELBA BIANCO D.O.C. 2016
ERA ORA BIANCO I.G.T. 2016
HERMIA ANFORA BIANCO I.G.T. 2016
TRESSE ANFORA ROSSO I.G.T. 2016
SILOSO’ ELBA ALEATICO PASSITO D.O.C.G. ROSSO 2016

Dopo la degustazione abbineremo alcuni vini degustati con un ricco buffet preparato dallo chef del Ristorante Bettycuore

Informazioni

AIS Milano
Per informazioni: Roberto Fusè 329 9020 399
Per prenotazioni: utilizzare il sistema di prenotazione on-line

Data
Lunedì 23 ottobre 2017 - ore 20.00

Sede

Ristorante Bettycuore
Via G. Matteotti, 3 – Magenta (MI)

Quota di partecipazione
Soci AIS: 35 €

Le prenotazioni sono aperte dal giorno 11 ottobre 2017.
Per prenotare è necessario utilizzare il sistema di prenotazioni on-line

L'evento è riservato ai Soci AIS in regola con la quota associativa di AIS Nazionale.
La prenotazione è obbligatoria e impegnativa.

Clicca sul tasto per accedere al sistema di prenotazione
Prenotazioni on-line