Ultimi articoli

Il futuro è autoctono e attraversa tutto lo stivale

News image

Otto vini identitari e di carattere, degni interpreti dello straordinario patrimonio ampelografico italiano. «La ri...

Recensioni | Redazione

Aspettando Vinitaly 2019

News image

Vinitaly, insieme al Merano Wine Festival, è la fiera del vino più importante d’Italia. Guido Invernizzi, novarese ...

Recensioni | Daniela Recalcati

La poesia di una terra di montagna: il San Lorenzo di Mamete Prevostini

News image

«La terra non mente mai». Così introduce la serata Sara Missaglia, citando Anselme Selosse. E in Valtellina, più ch...

Recensioni | Paola Lapertosa

I fortificati. L’eterna complessità di vini geniali

News image

Gli appassionati di vini passiti formano ormai una confraternita. Spesso i volti alle degustazioni sono ben noti e cos...

Recensioni | Ilaria Ranucci

Alla scoperta del vermentino in Sardegna: espressioni in Gallura

News image

Mare cristallino, litorali di spiagge bianche alternate a fascinose rocce granitiche, grandi estensioni di sugherete, ...

Recensioni | Daniela Recalcati

21 maggio 2018

Hosam Eldin Abou EleyounCari colleghi e amici di AIS Milano,

amore, coesione, passione e squadra non sono parole buttate al vento ma sono la chiave per gettare le basi e costruire una grande storia di successo come quella che raccontiamo ogni giorno nella nostra delegazione.
Grazie alle persone che da oltre 50 anni credono nei principi dell’Associazione e al suo ruolo di divulgatrice professionale della cultura del vino, oggi possiamo andare avanti, fieri di tutto quello che è stato fatto, guardando verso nuovi obiettivi da raggiungere.

Rivolgo i miei complimenti a Sara Lazzeri, della delegazione di Sondrio, per aver conquistato il titolo di Miglior Sommelier della Lombardia e complimenti anche ai ragazzi della delegazione di Milano, Andrea Sala per il secondo posto, Giacomo Chierichetti e Fabio Scaglione per il terzo posto, e a tutti i colleghi che hanno partecipato alla competizione. I risultati di quest’anno mostrano un podio di giovani che fanno tanti sacrifici per studiare, degustare e crescere e ci danno la spinta per continuare a puntare su tutti i colleghi fortemente motivati.

Questa settimana inizierà un altro corso di primo livello con 98 nuovi iscritti, spinti dalla curiosità di conoscere il mondo del vino e tutto ciò che gli ruota attorno.
Martedì 22, Samuel Cogliati inizia il suo primo incontro sui grandi vini bianchi francesi; mercoledì 23 avremo uno degli eventi più attesi: la Tenuta di Trinoro raccontata dal proprietario dell’azienda Andrea Franchetti e da Armando Castagno. Giovedì 24 andremo ad esplorare, sempre con Armando Castagno, un’altra zona della Borgogna.

Hosam Eldin Abou Eleyoun