Ultimi articoli

Il Casertano con i suoi vini da vitigni autoctoni

News image

Intrigante viaggio degustativo con Guido Invernizzi, a partire dalla storia millenaria della Campania per arrivare a s...

Recensioni | Daniela Recalcati

Valtellina #nofilter

News image

Una tavola rotonda presieduta da Sara Missaglia per conoscere la valle, gli uomini e le donne che fanno la differenza ...

Recensioni | Paola Lapertosa

A caccia di pinot nero sulla collina di Mazzon

News image

Con Gabriele Merlo alla scoperta di uno dei grandi cru del pinot nero in Italia. Gli “addicted” di pinot nero lo ri...

Recensioni | Giulia Cacopardo

”Vini del cuore”: quando la degustazione diventa romantica

News image

All’ultima edizione di Enozioni a Milano Samuel Cogliati ci ha condotto lungo la strada che porta un vino a diventare ...

Recensioni | Alessio Di Paola

I vini prodotti dove è nata la vite

News image

Riccardo Cotarella, affiancato dal sommelier Davide Garofalo, presenta l’azienda russa Usadba Divnomorskoe. Una rea...

Recensioni | Giuseppe Vallone

21 maggio 2018

Hosam Eldin Abou EleyounCari colleghi e amici di AIS Milano,

amore, coesione, passione e squadra non sono parole buttate al vento ma sono la chiave per gettare le basi e costruire una grande storia di successo come quella che raccontiamo ogni giorno nella nostra delegazione.
Grazie alle persone che da oltre 50 anni credono nei principi dell’Associazione e al suo ruolo di divulgatrice professionale della cultura del vino, oggi possiamo andare avanti, fieri di tutto quello che è stato fatto, guardando verso nuovi obiettivi da raggiungere.

Rivolgo i miei complimenti a Sara Lazzeri, della delegazione di Sondrio, per aver conquistato il titolo di Miglior Sommelier della Lombardia e complimenti anche ai ragazzi della delegazione di Milano, Andrea Sala per il secondo posto, Giacomo Chierichetti e Fabio Scaglione per il terzo posto, e a tutti i colleghi che hanno partecipato alla competizione. I risultati di quest’anno mostrano un podio di giovani che fanno tanti sacrifici per studiare, degustare e crescere e ci danno la spinta per continuare a puntare su tutti i colleghi fortemente motivati.

Questa settimana inizierà un altro corso di primo livello con 98 nuovi iscritti, spinti dalla curiosità di conoscere il mondo del vino e tutto ciò che gli ruota attorno.
Martedì 22, Samuel Cogliati inizia il suo primo incontro sui grandi vini bianchi francesi; mercoledì 23 avremo uno degli eventi più attesi: la Tenuta di Trinoro raccontata dal proprietario dell’azienda Andrea Franchetti e da Armando Castagno. Giovedì 24 andremo ad esplorare, sempre con Armando Castagno, un’altra zona della Borgogna.

Hosam Eldin Abou Eleyoun