Ultimi articoli

Il Casertano con i suoi vini da vitigni autoctoni

News image

Intrigante viaggio degustativo con Guido Invernizzi, a partire dalla storia millenaria della Campania per arrivare a s...

Recensioni | Daniela Recalcati

Valtellina #nofilter

News image

Una tavola rotonda presieduta da Sara Missaglia per conoscere la valle, gli uomini e le donne che fanno la differenza ...

Recensioni | Paola Lapertosa

A caccia di pinot nero sulla collina di Mazzon

News image

Con Gabriele Merlo alla scoperta di uno dei grandi cru del pinot nero in Italia. Gli “addicted” di pinot nero lo ri...

Recensioni | Giulia Cacopardo

”Vini del cuore”: quando la degustazione diventa romantica

News image

All’ultima edizione di Enozioni a Milano Samuel Cogliati ci ha condotto lungo la strada che porta un vino a diventare ...

Recensioni | Alessio Di Paola

I vini prodotti dove è nata la vite

News image

Riccardo Cotarella, affiancato dal sommelier Davide Garofalo, presenta l’azienda russa Usadba Divnomorskoe. Una rea...

Recensioni | Giuseppe Vallone

24 settembre 2018

Francesca Provenzi

Cari colleghi e amici di AIS Milano,

questa settimana inizia con più di 170 aspiranti sommelier che continuano il loro percorso didattico con il 2° livello, esplorando il mondo del vino attraverso la produzione italiana e straniera, con particolare attenzione al legame indissolubile che esiste con il territorio.

Il 27 settembre sarà la volta di una grandissima verticale per un nome prestigioso come Umani Ronchi e il suo celebre vino Pelago. Saranno degustate 5 annate affinate in bottiglie formato Jeroboam: un’occasione imperdibile per vederle da vicino. A condurre la serata il titolare dell’azienda, Michele Bernetti.

Il 1 ottobre vi attende un banco di degustazione sempre molto atteso, con l'eccellenza delle bollicine di montagna, rigorosamente metodo classico, “Trentodoc”.

Un appuntamento per degustare i vini e incontrare i produttori, pronti a raccontarvi la loro storia.

Infine, per i soli prenotati, il seminario di approfondimento sui vigneti di montagna con il miglior Sommelier d’Italia 2017 - Premio Trentodoc, Roberto Anesi.

Vi aspettiamo numerosi,

Francesca