Le più recenti DOCG

Nuove entrate in Piemonte, Veneto, Puglia, Toscana, Campania, Lazio e Friuli

Le più recenti DOC

Un archivio completo di tutte le Denominazioni d'Italia per essere sempre aggiornati sulle novità e sui cambiamenti dei disciplinari

Colline di Levanto DOC

Approvato con DM 11.08.1995
Modificato con DM 21.04.2008
Modificato con DM 13.10.2011
Modificato con DM 30.11.2011


Tipologie

La denominazione di origine controllata “Colline di Levanto” è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione per le seguenti tipologie:


“Colline di Levanto” bianco;
“Colline di Levanto” Vermentino;
“Colline di Levanto” rosso;
“Colline di Levanto” novello


Zona di produzione

Le uve destinate alla produzione dei vini a DOC “Colline di Levanto” devono essere prodotte nella zona appresso indicata che interessa la provincia di La Spezia e comprende in parte i territori dei seguenti comuni: Levanto, Bonassola, Framura e Deiva Marina.


Vitigni

La denominazione di origine controllata “Colline di Levanto” è riservata ai vini ottenuti dalle uve provenienti dai vigneti aventi nell'ambito aziendale, la seguente composizione dei vitigni:


“Colline di Levanto” bianco:
Vermentino: minimo 40%;
Albarola: minimo 20%;
Bosco: minimo 5%;
Possono concorrere alla produzione di detto vino, fino ad un massimo del 35%, altri vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione nell’ambito della Regione Liguria.


“Colline di Levanto” Vermentino:
Vermentino: minimo 85%;
Possono concorrere altri vitigni a bacca analoga, idonei alla coltivazione dalla Regione Liguria, fino ad un massimo del 15%.


“Colline di Levanto” rosso e novello:
Sangiovese: minimo 30%;
Ciliegiolo: minimo 20%;
Possono concorrere alla produzione di detto vino, fino ad un massimo del 50%, altri vitigni a bacca rossa, idonei alla coltivazione nell’ambito della Regione Liguria.