Ultimi articoli

Un patrimonio dell’enologia italiana: Castello Banfi e il suo Brunello

News image

Sotto la straordinaria guida di Luisito Perazzo, AIS Milano racconta una seducente sfumatura di Toscana, la terra baci...

Recensioni | Paola Lapertosa

Champagne Charles Heidsieck, l’eccellenza non ha fretta

News image

Com’è rinfrescante, nelle nostre vite caotiche e convulse, partecipare a una serata il cui mantra è la calma. Il lu...

Recensioni | Barbara Sgarzi

Ribolla: una storia di contrasti, un vitigno che racconta la terra a cui apparti

News image

Una serata per conoscere e capire non solo un vitigno, la ribolla, ma la gente che lo trasforma in vino. Sofia Land...

Recensioni | Sara Missaglia

Al Malbec World Day per scoprire il vitigno simbolo dell'Argentina

News image

Giunto alla sua ottava edizione, il Malbec World Day si è celebrato anche quest'anno il 17 aprile e l'Italia non potev...

Recensioni | Alberto Gober

Serata benefica a sostegno del progetto “Maji Safi”, promosso dall’Associazione

News image

L’associazione Filippo Astori nasce nel 2005, in memoria di Filippo, per realizzare ciò in cui lui credeva e che può e...

Recensioni | Daniela Recalcati

Recensioni

Albana, Botrytis Cinerea e Fattoria Zerbina: Scaccomatto!


Albana, Botrytis Cinerea e Fattoria Zerbina: Scaccomatto!

Punto di partenza di questa partita è la reputata semplicità del vitigno albana, dai più considerato di minor pregio nel confronto con altre specie a bacca bianca.

Fattoria Zerbina, sin dal primo assaggio, smentisce questa prospettiva riduttiva, proponendo un vino da uve botritizzate dalle eccellenti qualità organolettiche, riducendo l’incontro a una veloce vittoria alla stregua del “matto del barbiere”.

 

Leggi tutto...

Una grande verticale di Franciacorta Extra Brut Villa


Una grande verticale di Franciacorta Extra Brut Villa

Quando si parla di Franciacorta con Nicola Bonera è sempre festa! Perché nessuno meglio di lui, giovane campione ma con alle spalle una carriera più che ventennale, bresciano e ambasciatore del Metodo Classico, può raccontare le meraviglie di questa terra.

Franciacorta, ci ricorda Bonera, è un termine che a partire dal 2002 basta a se stesso, identificando territorio e metodo produttivo.

 

Leggi tutto...

La nobiltà espressiva del nebbiolo da Barolo


La nobiltà espressiva del nebbiolo da Barolo

Una delle degustazioni più intime e attese della rassegna Enozioni 2018: Luisito Perazzo, attorno a un tavolo occupato da pochi fortunati, ci ha regalato “perle di nobiltà” con sei calici ammalianti.

Il vino di Alba era rinomato già in epoca romana e vi sono tracce di “nibiòl” nel periodo medievale, ma le origini del moderno Barolo si collocano intorno al 1830, quando il Marchese Carlo Tancredi Falletti – banchiere e proprietario terriero - sposò Juliette Colbert de Maulevrier, pronipote del ministro delle finanze di Luigi XIV.

 

Leggi tutto...

Tokaji, l'essenza della dolcezza


Tokaji, l'essenza della dolcezza

La regione viticola di Tokaj, situata oltre il 48° parallelo nel nord-est dell’Ungheria, è nota per i vini botritizzati.

Il motivo è facilmente intuibile se si considera che gran parte dei vigneti è fiancheggiata dal fiume Bodrog.

 

Leggi tutto...

Storie di vita e di viti: i passi del piede franco


Storie di vita e di viti: i passi del piede franco

La storia della viticoltura è complicata. È gemellata a quella dell’essere umano, con cui procede a braccetto intrecciandosi in una serie di vicissitudini d’inudibile sofferenza e di grandiosa rinascita.

Le vicende che hanno scandito il percorso della viticoltura sembrano accompagnare in una silenziosa e commovente fratellanza i passi della storia, tragica e meravigliosa, dell’uomo.

 

Leggi tutto...

Trinoro: il fascino che ammalia


Trinoro: il fascino che ammalia

Comune di Sarteano, Tenuta di Trinoro. Un luogo dove la natura è prevalente, quasi prevaricante.

Un luogo dove, rispetto ad altrove, tempi e spazio sono dilatati; un tempo più lungo e uno spazio più vasto, dove l’occhio si perde fino all’orizzonte, da destra a sinistra, in un susseguirsi di natura profonda.

 

Leggi tutto...

Istria, denominazione europea


Istria, denominazione europea

Collio, Friuli Isonzo, Carso e Istria, sono zone vinicole site a breve distanza tra loro che hanno territori anche oltre confine.

Tutto ciò potrebbe far pensare a una denominazione comune, un’identità che valorizzi al meglio i vini e i produttori di questo lembo d’Europa. Un’area omogenea, senza confini, pregiudizi e problemi burocratici. Terre di confine, teatri di guerre, che oggi meritano un riconoscimento.

 

Leggi tutto...

Taste Camp: il racconto di grandi champagne da scoprire e svelare


Taste Camp: il racconto di grandi champagne da scoprire e svelare

Taste Camp è uno di quegli appuntamenti dove è straordinariamente piacevole poter dire: «io c’ero».

Non sono solo i vini a rendere l’evento speciale, ma il contesto: le condizioni atmosferiche non consentono l’accesso all’ottavo piano del Westin Palace Hotel, la pioggia incombe e il vino va sicuramente messo in sicurezza.

 

Leggi tutto...

Vinovagando fra le colline di Montalcino


Vinovagando fra le colline di Montalcino

La rassegna “Vinovagando” volge ormai al termine e stavolta fa tappa in Toscana grazie a Paolo Valente che ha scelto di parlare di Montalcino ricordandoci la storia che intreccia destini di famiglie storiche e personaggi chiave che hanno contribuito a costruire la crescente fama del “Brunello” in tutto il mondo.

Il nostro viaggio fra i vitigni autoctoni italiani non può prescindere da un passaggio in Toscana e tantomeno da un’uva simbolo come il sangiovese.

 

Leggi tutto...

Vini rosati: dalla tecnica al fascino


Vini rosati: dalla tecnica al fascino

Descrivere un vino rosato, raccontarlo e parlarne non è cosa facile. Infatti, il rosato si muove a metà tra un vino bianco, di cui ne fa proprie le caratteristiche di freschezza e bevibilità, e un vino rosso, da cui prende intensità e complessità aromatica.

Durante la serata dedicata ai vini rosati della rassegna “Vinovagando”, Lorena Oddone ne descrive le peculiarità con la tecnica, la competenza e la chiarezza che la sua formazione enologica garantisce.

 

Leggi tutto...